17/05/2018 07:36

Ustionati ancora
gravi ma stabili

Restano sempre gravi, ma stabili, le condizioni generali dei due operai, un romeno e un moldavo, rimasti ustionati al 90% del corpo nell'incidente di domenica alle Acciaierie Venete di Padova. La prognosi per Marian Bratu, 43 anni, in cura nel centro grandi ustioni di Padova, e Sergiu Todina, 39 anni, in terapia intensiva a Cesena, è strettamente riservata e non potrà essere sciolta a breve, spiegano i medici. Troppe le complicazioni alle quali i due pazienti possono andare incontro per sbilanciarsi già adesso sul decorso. L'unica novità, per Bratu, riguarda l'inizio delle prime attività chirurgiche per l'asportazione dei tessuti bruciati che però non cambia il quadro di estrema gravità.

Intanto il terzo ferito, quello meno grave, David Di Natale, 39 anni, non è più in pericolo di vita e, secondo quanto si apprende, avrebbe lasciato ieri la terapia intensiva dell'ospedale Borgo Trento di Verona per essere trasferito in reparto.

INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA