19/07/2018 07:50

Piove: stop sala parto
per carenza specialisti

L'ospedale di Piove di Sacco è costretto ad una temporanea sospensione dell'attività di sala parto non per decreto ministeriale, ma per grave carenza di

specialisti.

Lo rende noto la Direzione Strategica dell'Azienda Ulss 6 Euganea che ribadisce come la sospensione delle attività di sala parto all'Ospedale Immacolata Concezione di Piove di Sacco è stata decisa appunto per carenza di disponibilità di medici specialisti. Tale decisione è stata assunta a seguito della relazione del direttore sanitario del 10 luglio, antecedente alla notifica ai direttori Generali del Decreto del Ministero della Salute, che illustrava la situazione di grave carenza di anestesisti e ginecologi. Tale situazione veniva resa ancora più critica dalla decisione dell'Azienda Ospedaliera di Padova di ridurre da 24 a 6 ore al giorno la presenza del pediatra presso il Presidio Ospedaliero di Piove di Sacco, presenza che la programmazione regionale prevede sia assicurata dall'Azienda Ospedaliera.

Quest'ultima, a sua volta, secondo quanto informa la Ulss, assumeva tale decisione di riduzione della presenza del pediatra a seguito di una situazione di grave criticità di disponibilità di specialisti. “Con 4 ginecologi rispetto agli 8 previsti, e con 10 anestesisti su 14 previsti, non si possono assicurare presso il Punto Nascita del Presidio il mantenimento degli standard di sicurezza necessari . afferma l'Ulss6 in un comunicato -. Inoltre abbiamo provveduto a espletare tutte le strade possibili per acquisire nuove risorse, per le quali si è già in possesso delle autorizzazioni della Regione, ma che tutte le procedure concorsuali attuate non hanno consentito, per carenza numerica, assumere gli specialisti necessari. Ad ogni modo - conclude il comunicato - le altre Unità Operative specialistiche dell'Ulss 6 assicurano un significativo supporto al Presidio di Piove di Sacco, ma essendo le medesime in carenza di medici non possono garantire la copertura di tutte le nuove esigenze venutesi a creare. La sospensione delle attività di Punto Nascita presso il presidio ospedaliero di Piove di Sacco, trasformato temporaneamente in Centro Maternità, durerà il tempo necessario a garantire il reperimento e la stabilizzazione delle risorse specialistiche previste, ad adeguare il modello organizzativo, aumentare le competenze professionali per garantire gli standard di personale e organizzativi idonei a mantenere in sicurezza la struttura".