09/08/2018 08:00

West Nile, c’è la
prima vittima padovana

La West Nile ha colpito per la seconda volta in Veneto. A morire questa volta, dopo l’uomo di 86 anni a Verona, è un 89enne di Este contagiato nei giorni scorsi nel giardino di casa. Dopo i primi sintomi di febbre, mal di testa e vomito, l’anziano era stato ricoverato all’ospedale di Schiavonia e in un primo tempo non sembrava grave, ma poi la situazione è precipitata e ieri mattina è morto.

A diffondere la notizia è l’Ulss6 Euganea assieme al sindaco di Este Roberta Gallana attraverso un comunicato.

“Abbiamo appreso la notizia che riguarda il triste lutto del nostro concittadino colpito da West Nile. Esprimiamo innanzitutto congiuntamente, a nome del Comune di Este e dell'ULSS 6 Euganea, sentite condoglianze alla famiglia. Tutti gli Enti Locali e l'Azienda ULSS 6 per quanto di competenza da tempo lavorano per contrastare la diffusione del fenomeno, che si ripropone ogni estate, secondo protocolli internazionali condivisi con l'Istituto Zooprofilattico delle Venezie. Gli interventi sono coordinati dal Dipartimento di Prevenzione della Regione Veneto. Il Comune di Este monitora fenomeni similari anche attraverso un organismo politico di rappresentanza locale allargata all'ULSS 6 qual è il Tavolo Ambientale Territoriale. L'ULSS 6 attraverso il Dipartimento di Prevenzione assicura consulenze operative e monitoraggio, infatti mercoledì scorso sono stati coordinati gli interventi nel Comitato dei Sindaci di Distretto riunitosi in Municipio a Monselice. È d'obbligo segnalare che le situazioni di rischio sono comunque molto rare e limitate alle fasce più fragili della popolazione, in particolare a danno delle persone immunodepresse, alle quali sono indirizzate le raccomandazioni di cautela nell'esposizione alle concentrazioni di zanzare comuni (nel caso della West Nile) e tigre. Si ricorda che i Comuni garantiscono gli interventi sulle aree verdi urbane di proprietà comunale, ma ogni cittadino deve impegnarsi a provvedere autonomamente nelle aree di uso privato, con particolare attenzione ai ristagni d'acqua”.