09/08/2018 08:37

Arrestate le Rom che
rubavano in stazione

Accortasi di essere stata derubata, una famiglia di turisti coreani ha permesso alla Polfer di Mestre di arrestare un flagranza le due borseggiatrici originarie della Bosnia e domiciliate in un campo nomadi di Roma, già note per furti sui bus e treni di Venezia, Mestre e Padova.

Le due straniere, salite a bordo di un treno a Venezia e diretto a Trieste, hanno puntato l'attenzione su una famiglia di turisti coreani che, portando al seguito diversi bagagli, stava incontrando difficoltà nel trovare posto a sedere e idonea collocazione per le valigie. Fingendo di offrir loro ausilio le due malfattrici sono riuscite, in un momento di disattenzione delle vittime, ad impossessarsi del portafoglio custodito nella borsetta che una delle turiste portava a tracolla e di un paio di occhiali di marca che la figlia di quest'ultima aveva nella sua borsa. In un primo momento le due derubate non si sono accorte di nulla, ma hanno compreso appena hanno visto le due donne allontanarsi di fretta, lungo il corridoio del treno. A quel punto le turiste coreane hanno informato il capotreno e questi la Polfer. Gli agenti hanno infine bloccato le bosniache, una delle quali era uscita di recente dal carcere, alla fermata successiva, alla stazione ferroviaria di Mestre, recuperando il maltolto.

INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA