05/10/2019 18:06

Detenuto crea scompiglio
durante il processo

Attimi di tensione oggi in Tribunale a Padova durante il processo per direttissima a carico di un cittadino gambiano, in evidente stato di alterazione psicofisica.
L'uomo, arrestato dalle Volanti della polizia venerdì sera per una rapina impropria, giunto davanti al giudice ha dapprima rivolto le spalle al tribunale, poi si è infilato sotto una scrivania e a quel punto è stato necessario l'intervento di polizia e carabinieri per tirarlo fuori. Pur ammanettato, l'imputato è parso essere pericoloso per sè stesso e per le altre persone presenti in aula. Gli operatori però non hanno perso il controllo della situazione: lo hanno bloccato e, dopo la sentenza del giudice, lo hanno dovuto portare di peso nell'auto che lo doveva far rientrare in carcere, il tutto mentre il detenuto si dimenava cercando di sottrarsi alla presa degli agenti di polizia e carabinieri giunti in supporto.
Momenti che hanno destato scalpore e apprensione, soprattutto dopo la tragedia di ieri in Questura a Trieste. Nessuno è rimasto ferito. Il gambiano era alla seconda segnalazione avvenuta in pochi giorni, e anche in occasione della prima denuncia era apparso agli operatori in uno stato psicofisico alterato.