15/09/2020 11:32

Dal 16 al 22 settembre
settimana della mobilità

Dal 16 al 22 settembre torna la Settimana Europea della Mobilità, quest’anno declinata sul tema "Emissioni zero, mobilità per tutti", in riferimento all'obiettivo dichiarato dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, di realizzare, entro il 2050, un’economia climaticamente neutra. Un traguardo che per essere raggiunto passa inevitabilmente per un ripensamento generale del sistema dei trasporti, che dovrà diventare in tutta Europa ad emissioni zero e a disposizione di tutti i cittadini.

Anche il Comune patavino è coinvolto in questo processo innovativo, sovranazionale e dal lungo orizzonte temporale. Padova sta infatti partecipando come città pilota a due importanti progetti europei finanziati dal programma Horizon 2020 di ricerca e innovazione: il progetto ReVeAL (Regulating Vehicle Access for improved Livability), che attraverso l’utilizzo di una metodologia innovativa si propone di ottimizzare la fruizione e l’accessibilità degli spazi urbani con conseguenti benefici in termini di riduzioni delle emissioni inquinanti e del rumore, e il progetto Sprout (Sustainable Policy RespOnse to Urban mobility Transition), finalizzato alla sperimentazione e allo sviluppo di un sistema di trasporto innovativo, elettrico, adattabile alle esigenze cittadine, destinato al trasporto di passeggeri e merci promuovendo così la sostenibilità energetica e ambientale.

Forte di questa sensibilità verso questo tema, la città di Padova aderisce convintamente alla Settimana Europea della Mobilità con una serie di eventi che avranno luogo dal 16 al 22 settembre.

Il primo appuntamento in programma è l’incontro “CAMmIN FACENDO... Mobilità sostenibile a Padova”, previsto per mercoledì 16 alle ore 17.30 presso il circolo Wigwam Il Presidio (via delle Gramogne 41), in cui saranno presentati i risultati finora raggiunti in merito a questo progetto finanziato dal Ministero dell’Ambiente con circa un milione di euro che intende innovare il sistema della mobilità nel quartiere Camin e nella zona industriale della città, orientandolo ad una maggiore sostenibilità.

Giovedì 17 sarà invece la volta del Giretto d’Italia, l’iniziativa nazionale che ha lo scopo di promuovere la mobilità ciclistica ed è organizzata da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility. Lo staff del Comune di Padova, i volontari di Legambiente e i volontari dell’Associazione Amici della Bicicletta monitoreranno gli spostamenti in bici in 9 punti della città per quantificare l’utilizzo della bicicletta da parte dei cittadini per gli spostamenti urbani. Domenica 20 settembre, poi, la FIAB (Federazione italiana ambiente e bicicletta) porterà i suoi soci in strada per una bicicletta che toccherà i siti patavini interessati alla candidatura a patrimoni dell’umanità, davanti ai quali verrà fatta una breve presentazione. Il ritrovo è previsto in Piazza Eremitani alle 10:00 (gruppi di max 14 persone) e l’arrivo in Piazza del Santo verso le 12.00.

A chiudere la settimana, la conferenza stampa per la presentazione dell’edizione 2020 del “Concorso Miglia Verdi”, il quale, dal 2006, invita gli studenti di Padova a sfidarsi, per 4 settimane, nel recarsi da casa a scuola e viceversa con mezzi sostenibili (piedi, bici, bus, car pooling). Ad essere premiate saranno le sei classi più virtuose e meno "inquinanti" (tre delle primarie e tre delle secondarie) così come la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado che complessivamente avranno raccolto il maggior numero di miglia verdi.

Durante tutta la settimana, infine, sarà attivo il servizio di marchiatura delle biciclette, uno strumento per difendersi dai furti che permette di identificare il proprietario di una bicicletta per mezzo della punzonatura sul telaio del suo codice fiscale. Il servizio, realizzato con l’associazione Amici della bicicletta, è gratuito ed e disponibile tutti i giorni feriali della Settimana Europa della Mobilità, dalle 10 alle 12, in viale Codalunga 1 bis.

Chiara Gallani, assessore all'ambiente, ha detto: "Come ogni anno, la Settimana Europea della Mobilità è un’occasione per diffondere la cultura della mobilità sostenibile e per ragionare insieme sulle politiche da mettere in atto, a tutti i livelli, per ridurre l’impatto che la mobilità tradizionale - basata su veicoli a motore a combustione - ha sul nostro ambiente e in particolar modo sulla qualità dell’aria che respiriamo ogni giorno. Un’aria che proprio l’epidemia di Covid-19 ha reso migliore per l’arresto forzato di molte delle attività umane più inquinanti, compresi ovviamente i trasporti, evidenziando la necessità di trovare soluzioni - che sappiamo essere non certo semplici - affinché la prosperità della nostra economia sia bilanciata dalla tutela indifferibile dell’ambiente e della salute di tutti".

L'assessore alla mobilità e allo sviluppo urbano sostenibile, Andrea Ragona, ha detto: "La Settimana Europea della Mobilità è un appuntamento molto importante, utile a consolidare e rilanciare l’attenzione di tutta l’Unione Europea sulla necessità di un cambiamento in tema di mobilità, che non possiamo più permetterci di posticipare. Per vivere in un ambiente più sano occorre infatti, anche nella nostra città, immaginare nuove soluzioni in termini di mobilità, utilizzando intelligenza, buon senso e l’esperienza di città che hanno già intrapreso “nuove vie” potenziando sistemi innovativi di mobilità “pulita” e incentivando quella dolce, puntando sulla bicicletta e su percorsi pedonali sicuri".

Il programma dettagliato della manifestazione è consultabile su padovanet.it al seguente link: https://www.padovanet.it/evento/settimana-europea-della-mobilit%C3%A0-sostenibile-2020