28/10/2020 16:02

Regione: Lorenzoni
entra nel gruppo Misto

Il candidato presidente veneto del centrosinistra, Arturo Lorenzoni, non si siederà in Consiglio regionale assieme ai colleghi della coalizione ma ha scelto il Gruppo Misto, di cui farà parte assieme a due esponenti del centrodestra.

La decisione è stata ufficializzata oggi con la formalizzazione dell'appartenenza ai gruppo consiliare da parte dei 49 consiglieri e l'elezione dei presidenti e vicepresidenti, con cui si è completata la 'geografia' dell'assemblea della nuova legislatura veneta. "Con la costituzione dei gruppi consiliari - dichiara il presidente Roberto Ciambetti - l'attività del Consiglio regionale ora può prendere avvio effettivo. Ho invitato i gruppi a indicare quanto prima le commissioni di appartenenza dei rispettivi consiglieri. Secondo i tempi concordati, intendo convocare già per la settimana prossima la prima seduta di insediamento delle sei commissioni consiliari".

Nella coalizione di maggioranza, i due gruppi Zaia Presidente e Lega Salvini hanno eletto Alberto Villanova e Giuseppe Pan come presidenti, e Gabriele Michieletto e Filippo Rigo vicepresidenti.

I cinque consiglieri di Fdi avevano già indicato in Raffaele Speranzon il capogruppo e in Daniele Polato il vice.

Il gruppo di Forza Italia sarà presieduto da Elisa Venturini, vice Alberto Bozza.

Veneta Autonomia, con Tomas Piccinini, completa la coalizione.

Al gruppo Misto aderiscono Stefano Valdegamberi (presidente) e Fabiano Barbisan (vice), in qualità di consiglieri di maggioranza, e Arturo Lorenzoni.

Per l'opposizione, i 6 consiglieri del Pd hanno indicato Giacomo Possamai presidente e Vanessa Camani vicepresidente.

La lista Europa Verde, il Movimento 5 stelle e Veneto che Vogliamo sono rappresentati in consiglio dagli unici eletti - rispettivamente Cristina Guarda, Erika Baldin e Elena Ostanel - e costituiscono pertanto altrettanti gruppi monoconsiliari.